Fabio Mauri

Nasce a Roma nel 1926. Artista, scrittore e drammaturgo, viene considerato uno dei maestri dell’avanguardia italiana del secondo dopoguerra. Vive tra Bologna e Milano fino al ‘57, poi si trasferisce a Roma, città in cui fonda nel 1942 la rivista Il Setaccio con l’amico Pier Paolo Pasolini, che nel 1955 presenta i primi lavori dell’artista presso la Galleria Aureliana. Tra le molteplici esperienze editoriali, nel 1967 fonda insieme a U. Eco, E. Sanguineti e A. Guglielmi la rivista Quindici. La complessa poetica di Mauri si snoda attorno al dibattito sulla cultura dell’immagine e del linguaggio come mezzo di consumo dell’industria culturale. L’artista tratta tematiche contemporanee, come Tempo, Linguaggio, Identità, La Fotografia come Pittura, il Pensiero, in una continua analisi tra destino individuale e storia.


SELEZIONE ESPOSIZIONI PERSONALI:

1954 

Venezia, Galleria Cavallino, Fabio Mauri

1955 

Milano, Galleria Apollinaire, Fabio Mauri
Roma, Galleria L’Aureliana, Fabio Mauri

1963 

Roma, Galleria La Salita, Fabio Mauri

1965

Roma, Arco d’Alibert, Studio d’arte, Gli Schemi

1968

Roma, Mana Art Market, Cinema – Multipli a luce solida
Milano, Galleria de Nieubourg, I Cinema – Sculture a luce solida

1969 

Roma, Galleria Toninelli, 10 anni di pittura

1971

Venezia, Galleria Barozzi; Brescia, Acme Studio; Parma, Galleria La Steccata; Roma, Galleria La Salita, Ebrea (performance)

1972 

Roma, Centro Multipli, Multiplo politico n. 1 – Vomitare sulla Grecia
Roma, Galleria Seconda Scala

1974

Venezia, XXXVI Biennale, Che cosa è il fascismo (performance)

1976 

Milano, Galleria Toselli, Senza

1978

Vancouver, Pumps Gallery Senza (performance)

1979 

Amsterdam, De Appel, Muro d’Europa / La barca
New York, Performing Garage, What is fascism (performance)
Genova, Palazzo Reale, Liberi vettori di cultura, Con/Senza Ideologia (performance)

1980

Milano, Palazzo Reale, Camere incantate/Espansione dell’immagine, Senza titolo (performance)

1982

Roma, Teatro Olimpico, Teatro Nuovo, Gran Serata Futurista 1909 – 1930 (performance)

1984

Roma, Teatro Montezebio, Toccata su figure ostinate

1985 

Roma, Galleria Mara Coccia, Entartete Kunst 

1986

Venezia, Teatro Goldoni, Palazzo S. Domenico, Gran Serata Futurista 1909 – 1930 (performance)

1987

Milano, Galleria Marconi, Dio e la scena (performance)

1990 

Roma, Galleria Anna D’Ascanio, Interno
Roma, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Omaggio a Gutai, in Giappone all’Avanguardia, il Gruppo Gutai negli anni Cinquanta (performance)
Firenze, Galleria Carini, Interno/Esterno
Roma, Studio Bocchi, Due Acquerelli

1992 

Milano, Studio Casoli, 3 Performances  
Milano, Galleria L’Eroica, Studenti

1993

Bergamo, Galleria Elleni, Studenti
Prato, Museo Pecci, Inside Out – Che cosa è il fascismo, Che cosa è la filosofia. Heidegger e la questione tedesca. Concerto da tavolo, Ideologia e Natura, L’Espressionista (performance)

1994 

Roma, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, Fabio Mauri: Opere e Azioni 1954-1994

1995 

Roma, Studio Bocchi
Londra, istituto Italiano di Cultura, Ideologia e Natura (performance)

1997

Klagenfurt, Kunsthalle Klagenfurt, Das Böse und das Schöne. Male e Bellezza  
Milano, Studio Casoli, Autobiografia come teoria

1998 

Roma, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Il Muro d’Europa/La barca

1999

Barcellona, Fundaciò La Caixa, La meva cosina Marcella i la guerra civil

2002

Roma, Museo in Trastevere, In video il Giovedì – Che cosa è il fascismo, Ebrea, News from Europe-Vegetables, Video

2003

Le Fresnoy, Studio National des Arts Contemporains, Fabio Mauri: L’écran mental 

2005

Roma, Galleria Volume!, Cielo Vicino
Roma, Galleria La Nuova Pesa, Murato vivo
Bergamo, GAMeC, Galleria d’Arte Contemporanea, Il Muro Occidentale o del Pianto 

2007

Milano, Galleria Milano, Schermi
Roma, Galleria Il Ponte, Art Negre

2008

Torino, Galleria Martano, Fabio Mauri. L’insolubile

2009

Monfalcone, Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Monfalcone, Fabio Mauri
Venezia, Galleria Michela Rizzo, Fabio Mauri

2012

Milano, Palazzo Reale, Fabio Mauri. The End

2013

Venezia, Galleria Michela Rizzo, Fabio Mauri. Picnic o Il buon soldato
Venezia, LV Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale, vice versa ideologia e natura (performance)

2014

Buenos Aires, Fundación PROA, Fabio Mauri

2015

Londra, Hauser & Wirth, Oscuramento. The Wars of Fabio Mauri  
New York, Hauser & Wirth, Fabio Mauri. I was not new
Milano, La Triennale di Milano, Senza titolo (1992) (performance)
Rovereto, Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto, Rancio (performance)

2016

Napoli, MADRE Museo d’Arte Contemporanea Donnaregina, Fabio Mauri. Retrospettiva a luce solida
Bergamo, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo, Fabio Mauri

2017

San Paolo, Galeria Bergamin & Gomide, Fabio Mauri (Senza Arte)

 

SELEZIONE ESPOSIZIONI COLLETTIVE:

1955

Buoenos Aires, Galleria Naviglio e Bonino

1962

Parigi, Galleria J, Pittura Oggetto

1963

Minneapolis, Institute of Arts, Eight contemporary artists from Rome

1968

Roma, Galleria La Tartaruga, Teatro delle Mostre

1970

Roma, Palazzo delle Esposizioni, Vitalità del negativo nell’arte italiana 1960 – 1970
Montepulciano, Palazzo Ricci, Amore mio

1975

Roma, Palazzo Trastevere, Senza Ideologia

1978

Venezia, XXXVIII Biennale d’Arte, Dalla natura all’arte dall’arte alla natura- I numeri malefici
Ginevra, Fondazione Patino, Senza/Notizie dall’Europa
Toronto, A Space, News from Europe

1993

Venezia, XLV Biennale, Punti cardinali dell’Arte – Il Muro Occidentale o del Pianto

1995

Londra, Istituto Italiano di Cultura, Le grandi carte

1996

Potsdam, Kulturhaus Altes Rathaus, After Auschwitz. Responses to the Holocaust in the contemporary art – The Wailing Wall
Los Angeles, Museum of Contemporary Art, Wexner Center for the Arts, Hall of Mirrors: Art and Film since 1945

1997

Roma, Galleria Comunale d’Arte Moderna e Contemporanea, Arte Contemporanea. Lavori in corso
Chicago, Museum of Contemporary Art, Hall of Mirrors: Art and Film since 1945

1998

Roma, Palazzo delle Esposizioni, Minimalia. Da Giacomo Balla a…

1999

New York, P.S.1. Contemporary Art Center, Minimalia: an Italian Vision in 20th Century Art
New York, Thread Waxing Space, Foul Play
Roma, Villa Medici, La Ville, le Jardin, la Mémoire

2000

Roma, Scuderie Papali del Quirinale/Mercati di Traiano, Novecento, Arte e Storia in Italia

2001 

Roma, Galleria A.A.M. Architettura Arte Moderna, Un’utile macchina
Varsavia, Castle Ujazdowskie, Linee di tendenza dell’arte italiana dal 1945 al 2001
New York, Jewish Museum, Voice, Image, Gesture: sections from The Jewish Museum’s Collections 1945-2000
Berlino, Kunstforum in der GrundkreditBank, L’avventura della materia. Der italienische Weg vom Futurismus zum Laser / Una linea italiana dal futurismo al laser

2002 

Padova, Certosa di S. Lorenzo, Le Opere e i Giorni 
Roma, Macro, Museo d’Arte Contemporanea, Ipotesi di collezione 
Milano, PAC Padiglione di Arte Contemporanea, Utopie quotidiane. L’uomo e i suoi sogni nell’arte dal 1960 a oggi
Milano, Artandgallery, Tutti i nomi di Dio

2004 

Bologna, Galleria d’Arte Moderna, Il nudo fra ideale e realtà. Dal Neoclassicismo ad oggi
Genova, Museo d’Arte Contemporanea di Villa Croce, Attraversare Genova. Percorsi e linguaggi del contemporaneo anni: ’60-‘70
Rovereto, MART, Museo di Trento e Rovereto, Il Bello e le bestie. Metamorfosi, artifici e ibridi, dal mito all’immaginario scientifico

2005 

Modena, Galleria Civica, Pop Art Italia 1958 1968  

2006 

Genova, Palazzo Ducale, Le forme della coscienza – Il Muro Occidentale o del Pianto
Bosa, Bos’Art, Convento dei Cappuccini, Tracce del Contemporaneo
Siena, Palazzo delle Papesse, d’Ombra

2007 

Milano, Hangar Bicocca, Not Afraid of the Dark
Chieti, Museo Archeologico Nazionale d’Abruzzo, Pop Art la via Italiana
Bergamo, GAMeC, Galleria d’Arte Contemporanea, Il Futuro del Futurismo, da Boccioni a Fontana a Damien Hirst 
Roma, Scuderie del Quirinale, Pop Art 1956-1968
Milano, Palazzo della Triennale, Annisettanta, Il decennio lungo del secolo breve

2008 

Stoccolma, Moderna Museet, Milano-Torino 1958-1968: Birth of Identity
Karlsruhe, Museum of Contemporary Art, Material painting in Italy of the 1950s and 1960s
Venezia, Palazzo Grassi; Chicago, Museum of Contemporary, Italics: Arte Italiana tra Tradizione e Rivoluzione 1968-2008
Prato, Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, Fatto Bene! La collezione del Centro Pecci
Prato, Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, 1988: vent’anni prima, vent’anni dopo

2009 

Zurigo, Kunsthaus Zürich, Hot Spots: Rio de Janeiro / Milano – Torino / Los Angeles 
Spoleto, Rocca Albornoziana, Amore e Psiche. Storyboard di un mito
Monfalcone, Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Monfalcone, Fabio Mauri

2010 

Milano, Rotonda della Besana, Il grande gioco. Forme d’Arte in Italia 1947 - 1989
Roma, MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo, SPAZIO
Torino, Galleria Giorgio Persano, Geografia senza punti cardinali. La fotografia nell’arte degli anni ’70 in Italia
Trieste, Scuderie del Castello di Miramare, Fabio Mauri – Un sognatore della ragione – Giorgio De Chirico – Un maestoso silenzioso 

2011 

Los Angeles, Istituto Italiano di Cultura; New York, Hammer Museum, When in Rome
Venezia, Isola di San Servolo, 54 Biennale, Il Caos 3 i conflitti – Intellettuale, Il Vangelo secondo Matteo di/su P.P.Pasolini

2012

Kassel, Documenta 13
New York, P.S.1. Contemporary Art Center, Intellettuale, Il Vangelo secondo Matteo di/su P.P.Pasolini – Retrospettiva su P.P.Pasolini

2013

Venezia, 55. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale, Vice Versa
Parigi, Galleria Tornabuoni Art, Bianco Italia
Roma, Auditorium Parco della Musica, Arte totale: il gruppo 63
Torino, Fondazione Merz, Alfredo Jaar. Abbiamo amato tanto la rivoluzione 
Roma, Palazzo delle Esposizioni, Anni 70: Arte a Roma

2014

Rovereto, Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto, La guerra che verrà non è la prima. 1914 -2014
Mal del Plata, Bienal Internacional de Arte Contemporáneo del Fin del Mundo, Contrastes y Utopías
New York, Center for Italian Modern Art, Fortunato Depero e Fabio Mauri
MAXXI, Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo, Piero Sartogo e gli artisti
Roma, Villa Medici, La pittura o Come sbarazzarsene 

2015

Milano, La Triennale di Milano, Ennesima – Una mostra di sette mostre sull’arte italiana
Istanbul, 14th Istanbul Biennial, Saltwater: a Theory of Thought Forms
Saint-Priest-en-Jarez, MAMC, Musée d’art Moderne et Contemporain Saint-Etienne, Fondation Volume!: Passages
Bonn, Kunstmuseum Bonn, Tele-Gen. Kunst und Fernsehen
Venezia, 56 Biennale Internazionale d’Arte, All the World’s Future

2016

Roma, MACRO – Museo d’Arte Contemporanea, Roma Pop City 60-67
Venezia, Punta della Dogana, Accrochage
Milano, FM Centro per l’Arte Contemporanea, L’Inarchivabile / The Unarchivable
Dresden, Kunsthalle im Lipsiusbau, Die Vermessung des Unmenschlichen 

2017

Prato, Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, From the Cavern to the Moon. A Journey through the Collection of the Pecci Centre
Milano, Fondazione Prada, TV 70: Francesco Vezzoli guarda la RAI