Gino De Dominicis

Nasce ad Ancona, nel 1947. Tra i protagonisti dell’arte italiana del secondo dopoguerra, il lavoro di de Dominicis è indipendente sia dalle mode che dai gruppi della neoavanguardia. Nel 1968 si trasferisce a Roma e frequenta i corsi di architettura all’Accademia di Belle Arti di Roma, entrando in contatto con l’ambiente artistico della città e aderendo a Laboratorio ’70 con P. Matteucci, G. Notargiacomo e M. Grottesi. Gli anni ’60 e ’70 sono caratterizzati da performance o installazioni che indagano il rapporto con l’inafferrabilità, l’immaterialità e l’invisibilità nell’opera d’arte. Nel 1970 pubblica la Lettera sull’immortalità del corpo, seguita nel 1972 dalla controversa opera Seconda soluzione d’immortalità, (l’universo è immobile), esposta alla Biennale di Venezia. Dalla fine degli anni ’70 l’artista si dedica quasi esclusivamente al disegno e alla pittura con rappresentazioni di figure, volti, architetture dalla prospettiva rovesciata fuori dal tempo.


SELEZIONE ESPOSIZIONI PERSONALI:

1967

Ancona, Galleria D, Gino De Dominicis

1969

Roma, Galleria l’Attico, Gino De Dominicis

1970

Roma, Galleria l’Attico, Lo Zodiaco
Milano, Galleria Toselli, Gino De Dominicis

1971

Roma, Galleria l’Attico, D’io
Roma, Galleria l’Attico, Gino De Dominicis augura a tutti l’immortalitàdel corpo

1973

Napoli, Modern Art Agency, Gino De Dominicis

1975

Pescara, Galleria Lucrezia de Domizio, Quando non si parla più d’immortalità del corpo (ingresso riservato agli animali)

1977

Roma, Galleria Pio Monti, Particolare

1979

Roma, Galleria l’Attico, Gino De Dominicis

1980

Roma, Galleria Pio Monti, Urvasi e Gilgamesh
Roma, Galleria Pio Monti, Gino De Dominicis

1982

Roma, Galleria Gian Enzo Sperone, In principio era l’immagine

1983

Roma, Galleria Mario Pieroni, Gino De Dominicis
Roma, Agenzia d’Arte Moderna, Due opere recenti di Gino De Dominicis

1986

Modena, Galleria d’Arte contemporanea Emilio Mazzoli, Gino De Dominicis
Napoli, Museo Nazionale di Capodimonte, De Dominicis

1988

Napoli, Galleria Lia Rumma, De Dominicis

1989

New York, The Murray and Isabella Rayburn Foundation, Some more or less recent works by Gino De Dominicis

1990

Grenoble, Centre National d’Art Contemporaine Le Magasin, Quelques oeuvres plus ou moins récentes

1995

Milano, Galleria Toselli, De Dominicis
Milano, Galleria Christian Stein, De Dominicis

1996

Napoli, Museo Nazionale di Capodimonte, Gino De Dominicis

1998

Modena, Galleria d’Arte Contemporanea Emilio Mazzoli, In pieno Kali-yuga. Opere recenti

1999

Roma, Galleria Liliana Maniero, Gino De Dominicis
Roma, Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, Ricordo di Gino de Dominicis

2001

Milano, Poleschi Arte, Antologica 1970-1995

2003

Londra, Istituto Italiano di Cultura, Gino De Dominicis

2007

Milano, Palazzo Reale, Andata e ritorno
Nizza, Centre National d’Art Contemporain de La Villa Arson; Torino, Fondazione Merz; New York, P.S.1. MoMA, Gino De Dominicis

2008

Hornu, MAC’s, Calamita cosmica

2009

Milano, Galleria Toselli, Gino De Dominicis
Monaco, Galerie Rudiger Schottle, Gino De Dominicis

 

SELEZIONE ESPOSIZIONI COLLETTIVE:

1970

Roma, Galleria L’Attico, De Dominicis, Kunellis, Mattiacci, Patella
Modena, Arte e Critica 70
Hannover, Kunstverein, Identifications

1971

Monaco, Kunstverein, Documentation and neue Werke
Spoleto, XV Festival dei due mondi
Düsseldorf, Staditsche Kunsthalle, Prospect 71 – Projection
Roma, Incontri internazionali d’arte, Palazzo Taverna, Immortalità

1972

Venezia, 36° Esposizione Internazionale d’Arte La Biennale
Kassel, Documenta 5

1973

Roma, Palazzo delle Esposizioni, 10° Quadriennale Nazionale d’Arte
Parigi, 8° Biennale de Paris
Belfast, Art Council of Northerm Ireland, An Exhibition of New Italian Art

1974

Amsterdam, Stedelijk Museum, 63/73. The Collectie van het Stedelijk Museum 1963-1973 aanwinsten schilder-en beeldhouwkunst

1975

Roma, Palazzo Taverna, Incontri Internazionali d’Arte, Video-arte in Europa

1976

Düsseldorf, Stadische Kunsthalle, Prospectretrospect. Europe 1946-1976

1977

Torino, Galleria Civica d’Arte Moderna, 1960 – 1977 Arte in Italia

1978

Venezia, 38° Esposizione Internazionale d’Arte La Biennale

1979

Amsterdam, Stedelijk Museum, De collectie van het Stedelijk Museum: aanwinsten 1974 – 1978

1981

Roma, Palazzo delle Esposizioni, Linee della ricerca artistica in Italia 1960 – 1980
Parigi, Centre Georges Pompidou – Musée National d’Art Moderne, Identité Italienne. L’art en Italie depuis 1959

1983

Pescara, Centro Servizi culturali, L’avanguadia plurale

1984

Rivoli, Castello di Rivoli, Ouverture

1985

Nizza, Centre Nationale d’Art Contemporain villa Arson, Italia oggi. Aspetti della creatività italiana dal 1970 al 1985
Parigi, 13° Biennale de Paris
New York, MoMA P.S.1., The Knot. Arte povera at P.S.1.
Washington, Hirshhorn Museum and Sculpture Garden, A new Romanticism, Sixteen Artists from Italy

1986

Milano, Loggetta Lombardesca, Arte Santa
Bari, Castello Svevo, Sculture da Camera. Collezione di sculture per interni
Valencia, Ayuntamiento de Valencia (itinerante), Italiana: 1950-1986

1987

Spoleto, Chiesa di San Nicolò, L’Attico, 1957-1987. 30 anni di pittura, sultura, musica, danza, performance, video
Strasburgo, Council of Europe (itinerante), Eight: les peintres d’europe des années 80

1989

Londra, Royal accademy of Arts, Italian art in the 20th century / Arte italiana del XX secolo
Rio de Janeiro, Museu de Belas Artes e Funarte; San Paolo, Museu de Arte de Sao Paulo, Aspectòs de pintura italiana do apòs-guerra aos nossos dias. A pesquisa artistica na Italia 1945-1988
Milano, Padiglione d’Arte Contemporanea, Arte Contemporanea per un museo, 10 anni di acquisizioni delle Raccolte d’Arte di Milano
Bruxelles, Palais des Beaux-Arts, Wittgenstein: le jeu de l’Indicible / the play of unsayable / das Spiel des Unsagbaren

1990

Venezia, 44° Biennale di Venezia
Lugano, Villa Malpensata, Disegno Italiano del Novecento
Roma, Palazzo delle Esposizioni, Roma anni ’60. Al di là della Pittura

1992

Rivara, Castello Rivara, Il gioco del pensiero. Arte italiana dagli anni sessanta
Roma, Palazzo delle Esposizioni, 12° Quadriennale nazionale d’arte

1993

Roma, Palazzo delle Esposizioni, Tutte le strade portano a Roma?
Venezia, 45° Biennale di Venezia
Venezia, Isola di San Lazzaro degli Armeni, Trésor de voyage

1995

Venezia, Palazzo Ducale – Galleria d’Arte Moderna Ca’ Pesaro, Venezia e la Biennale. I percorsi del gusto
Roma, Palazzo delle Esposizioni, Roma in mostra 1970-1979. Materiali per la documentazione di mostre azioni performance dibattiti
Gent, S.M.A.K., Corpus delicti

1996

Rivoli, Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, Collezionismo a Torino. Le opere di 6 collezionisti d’arte contemporanea

1997

Verona, Palazzo Forti, Dadaismo dadaismi: da Duchamp a Warhol
Venezia, 47° Biennale di Venezia
Nagoya, Aichi Prefectural Museum of Art (itinerante), Arte italiana 1945-1995. Il visibile e l’invisibile

1999

New York, P.S.1. MoMA, A tribute to Gino De Dominicis
Venezia, 48° Biennale di Venezia

2000

Roma, Galleria Comunale d’Arte Moderna e Contemporanea, (e così via) (and so on) 99 artisti della collezione Marzona
New York, The Museum of Modern Art, Modern Art Despite Modernism
Roma, Scuderie Papali al Quirinale – Mercati di Traiano, Novecento arte e storia in Italia

2002

Prato, Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, Continuità. Arte in Toscana 1990-2000 e collezionismo del contemporaneo in Toscana

2003

Bruxelles, Parlamento Europeo, Futuro italiano
Düsseldorf, Kunsthalle Düsseldorf (itinerante), Ready to Shoot

2004

Venezia, Palazzetto Tito, Fondazione Bevilacqua La Masa, Paradiso e Inferno
Rivoli, Castello di Rivoli, Nuove acquisizioni
Pescara, Museo d’Arte Moderna Vittoria Colonna, La Materia, lo spazio, il tempo
Milano, Museo della Permanente, Gabriele Cappelletti collezionista

2005

Reggio Emilia, Galleria 2000&Novecento (itinerante), L’opera al nero
Vicenza, Galleria d’Arte Moderna Palazzo Forti, Dio è bello. La scommessa nell’arte di Carlo Cattelani
Parigi, Istituto Italiano di Cultura, Fratelli d’Italia. Voyage dans l’Italie contemporaine
New York, Nicole Klagsbrun Gallery, Interstate
Milano, Fondazione Arnaldo Pomodoro, La scultura italiana del XX secolo
Milano, Fondazione Stelline, In viaggio con Fontana, Giò Ponti, Boetti…
Bergamo, GAMeC, War is over: 1945 – 2005, la libertà dell’arte
Amsterdam, De Appel arts centre, The Gravity in art
Napoli, MADRE, Atto secondo: la collezione

2006

Montreal, The Montreal Museum of Fine Arts – Jean-Noel Desmarais Pavillon (itinerante), Il modo italiano. Italian design and avant-garde in the 20th Century
Verona, Palazzo della Ragione, Il settimo splendore. La modernità della malinconia
Milano, Museo della Permanente, La Bellezza
Lugano, Museo Cantonale d’Arte, L’immagine del vuoto. Una linea di ricerca nell’arte italiana 1958-2006

2007

Milano, Palazzo Reale, Camera Con vista. Arte e interni in Italia 1900 – 2000
Tel Aviv, Museum of Tel Aviv, Mentalgrafie
Mantova, Casa del Mantegna, L’arte come amante. Da una Collezione Privata contemporanea

2008

Roma, Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, Monumental Drawings
Bolzano, Museion, Sguardo periferico e corpo collettivo
Venezia, Palazzo Grassi; Chicago, Musuem of Contemporary Art, Italics. Arte italiana tra tradizione e rivoluzione

2009

Napoli, Palazzo delle Arti Napoli, Performing the city
Bergamo, GAMeC, Esposizione Universale. L’arte alla prova del tempo
Alzano Lombardo, ALT – Arte Lavoro Territorio, Una collezione trasversale
Venezia, 53° Biennale di Venezia