Maria Lai

Nasce a Ulassai, in provincia di Nuoro nel 1919. Trascorre parte dell’infanzia a Cagliari dove incontra Salvatore Cambosu, docente che per primo l’avvicina alla poesia e con il quale instaura un forte legame; nel 1940 si trasferisce a Roma per frequentare il liceo artistico e poi dal 1942 al 1945 è a Venezia dove segue il corso di scultura tenuto da Arturo Martini presso l’Accademia delle Belle Arti. Nel 1957 realizza la sua prima mostra personale a Roma presso la Galleria dell’Obelisco, a cui segue un decennio di silenzio artistico. Negli anni Settanta sperimenta differenti forme e materie, introducendo telai e pani a cui si uniscono in seguito i libri cuciti. Nel 1979 realizza il suo primo intervento ambientale e nel 1981 realizza la celebre performance collettiva Legarsi alla montagna, nel suo paese natio.


SELEZIONE ESPOSIZIONI PERSONALI:

1953

Cagliari, Gli amici del libro

1954

Sassari, Ente del Turismo
Bari, Galleria d’Arte Niccolò Piccini

1956

Palm Beach, Little Gallery

1957

Roma, Galleria l’Obelisco

1958

Stoccolma, Nordiska Companiet
Cagliari, Galleria Il Cenacolo

1961

Roma, Galleria l’Astrolabio

1963

Roma, Galleria L’Albatro

1971

Roma, Galleria Schneider

1972

Bergamo, Galleria 2B

1975

Cagliari, Arte Duchamp, Tele e collages

1976

Sassari, Galleria Il Basilisco

1977

Savona, Galleria Il Brandale, I pani di Maria Lai
Nuoro, Galleria Chironi

1979

Roma, Centro Morandi, Il telaio del pane
Matera, Centro Studi Il Subbio

1980

Cagliari, Arte Duchamp, Scritture
Roma, Spazio Alternativo
Trieste, Studio Tommaseo

1981

Alassio, Galleria Galliata
Ulassai, performance collettiva Legarsi alla montagna

1982

Perth, Quentin Gallery, Not(e) Books

1983

Bari, Centrosei
Roma, Spaziodocumento, Il paese dei nastri celestri
Alassio, Galleria Galliata
Roma, Teatro la scaletta, Mare Muro

1984

Roma, Spaziodocumento, Tenendo per mano il sole

1986

Trieste, Studio Tommaseo, Col ciel la terra

1987

Torino, Quantica Studio

1988

Krefeld, Linner Galerie
Cagliari, Galleria Comunale d’Arte, Maria Lai a matita
Roma, Studio Bocchi, Uno dei fili
Napoli, Castel dell’Ovo, Mare Mare

1989

Stoccarda, Wurttembergische Landesbibliothek
Cagliari, Arte Duchamp
Hannover, Biblioteca dell’Università

1990

Mestre, Centro Verifica 8+1, Il viaggiatore astrale
Roma, Studio Stefania Miscetti, La leggenda di Maria Pietra

1992

Napoli, Galassia Gutemberg, Oltre le Indie – Mappe e libri di stoffe
Mira, Teatro di Villa dei Leoni, Intervento teatrale
Roma, Galleria Il Millennio, Il Dio Distratto

1993

Cagliari, Cittadella dei Musei, Inventare altri spazi
Roma, AAM, Cammino sul fondo del mare

1994

Roma, Studio Stefania Miscetti, Una fiaba infinita
Roma, Scuderie di Palazzo Ruspoli, Inventare altri spazi

1995

Trieste, Galleria Tommaseo, Il Dio Distratto

1996

Venezia, Istituto Internazionale di Grafica
Roma, Istituto Europeo del Design, La barca di carta
Roma, Istituto Internazionale per l’Arte Contemporanea, Le case delle Janas
Cagliari, ExMà, I fili che aprono il libro

1997

Fermignano, Palazzo Comunale, Col filo
Palermo, Cantieri Culturali della Zisa, Scritture

1999

Roma, Galleria Il Millennio, Totem e amuleti
Sassari, Palazzo Sciutti – Palazzo Ducale, Olio di Parole

2001

Sassari, Palcrì, Maria Lai
Cagliari, Spazio, Maria Lai

2002

Nuoro, MAN, Maria Lai, Come un gioco

2003

Roma, GNAM (Valle Giulia), I Libri di Maria Lai

2004

Firenze, Pitti Immagine, Invito a tavola

2005

Roma, Villa Carpegna, Dammi voce
Carbonia, Civico Museo Archeologico Villa Sulcis, Translazioni

2007

Cagliari, T Hotel, Pane al T

2008

Ghilarza, Torre Aragonese, Fiumane di onde in cammino
Orani, Museo Nivola, Al Gigante Lassù
Treviso, Galleria L’Elefante, Maria Lai

2010

Berlino, Isabella Bortolozzi Gallerie, Il nastro celeste

2012

Roma, Lavatoio Contumaciale, Omaggio a Maria Lai

2013

Venezia, Biennale di Venezia – Tracce di un dio distratto
Mirano, La casa delle Muse, Harmonia Plantarum Monographia
Milano, Nuova Galleria Morone, Tra fiabe miti e leggende: tracce di un dio distratto

2013

Perugia, Palazzo della penna, L’arte è un romanzo

2014

Nuoro – Cagliari – Ulassai, Ricucire il mondo
Matera, MUSMA, L’arte ci prende per mano. 100 opere di Maria Lai dal 1942 al 2011

2015

Krems, Galerie Stadpark, In the Interim: Maria Lai

2016

Chieri, Maria Lai – Carte, fiabe e fili

  

SELEZIONE ESPOSIZIONI COLLETTIVE:

1944

Venezia, Galleria dell’Opera Bevilacqua La Masa

1949

Venezia, Galleria dell’Opera Bevilacqua La Masa

1950

Cagliari, Gabinetto delle stampe, Mostra d’arte moderna in Sardegna

1952

Bologna, Palazzo del Podestà, Pittori sardi contemporanei
Roma, Quadriennale d’arte

1956

Roma, Quadriennale d’arte

1977

Caserta, Rassegna d’arte nazionale
Ravenna, Pinacoteca, Segno – identità Ipotesi – itinerario dentro la creatività e il segno al femminile

1978

Francavila al Mare, XXXI Premio Michetti
Venezia, Biennale – Materializzazione del linguaggio
Firenze, Palazzo Vecchio, Formato Lib-&-ro

1979

New York, Rosa Esman Gallery, World Object Image
Milano, Galleria Apollinaire, Io e gli altri

1980

Belgrado, Galleria West East
Bruxelles, Bilding Group
New York, Roosvelt Public Library, Mediums and Metaphors

1981

Parigi, Centre Pompidou, Livres d’artistes
San Paolo del Brasile, Biennale – Arte postal
Roma, Villa Bonelli, Arte contemporanea
Milano, Galleria Apollinaire, Mail Art

1982

Barcellona, Metronom, Filo – Sophia
Cagliari, Arte Duchamp, Transbooks: la trasgressione e trasformazione del libro

1983

Milano, Rotonda della Besana, Arazzo, filo, tessitura
Dusseldorf, Dusseldorf Gallery, Artist’s books
Francavilla al Mare, XXXVI Premio Michetti
Alassio, Galleria Galliata, Mundial

1984

Villasimius, Centro Internazionale Sperimentazione Arti Visive, Acquisizioni 1983-83

1986

New York, Columbia University, 60 anni di cultura in Italia

1987

Roma, Palazzo Venezia, 60 anni di cultura in Italia

1988

Stoccarda, Galerie fur textile Kunst
Napoli, Castel dell’Ovo, Biennale Internazionale del mare

1989

Firenze, Forte Belvedere, Far libro. Libri e pagine d’artista in Italia
Gatringen, Villa Schwalbenhof, Textile Kunst

1990

Senigallia, Rocca Roveresca, Volumina
Roma, Palazzo Barberini, Immagini per un sogno

1991

Vicenza, Basilica Palladiana, Textilia

1992

Roma, Fontanella Borghese, Non solo pittura

1993

Roma, Biblioteca Nazionale Centrale, Lapsus – Libri d’artisti

1994

Parigi, Passage de Retz, Art et jeans. Relief minimaux
Roma, Palazzo Varese

1996

Sassari, Palazzo D’Usini, Insularità
Venezia, Biennale di Architettura
Roma, Museo Barraco, Art for All

1999

Roma, XIII Quadriennale d’Arte

2000

Torino, Palazzo Reale Tirannicidi

2001

Cagliari, Pinacoteca Nazionale, Tracce del tempo

2003

Venezia, Palazzo Grassi, Italics

2006

Cagliari, Cittadella dei Musei, Forme difformi. Sculture e dintorni in Sardegna
Milano, Galleria Milano, Tuttolibri

2007

Ulassai, Stazione dell’Arte, Maria Lai, un passo in più

2008

Chicago, Museum of Contemporary Art, Italics, Italian art between tradition and revolution, 1968-2008

2009

Venezia, Biennale – Venezia salvata. Omaggio a Simone Weil

2013

Matino, MACMA – Museo Arte Contemporanea Matino, Di-segni poetici
Parigi, Museo d’Arte Moderna, Decorum. Tapis et tapisseries d’artistes
Bologna, Museo d’Arte Moderna di Bologna, Autoritratti
Catanzaro, MARCA, La forma del libro

2014

New York, Drawing Center, Thread Lines

2015

Milano, Fondazione Stelline, Essere è tessere
Torino, Museo Ettore Fico, Vanità/Vanitas – Non la parola fine ma la fine delle parole
Palermo, Museo Regionale Riso, Nel mezzo del mezzo
Roma, MACRO, L’altra metà dell’arte. Un percorso al femminile nella collezione Macro a cura di Antonia Arconti e Paola Coltellacci

2016

Milano, L’Inarchiviabile/The unarchivable. Italia anni 70
Milano, Triennale di Milano, W. Women in italian design
Nuoro, Museo MAN, 80/90. Arte in Sardegna – La costante resisteniale #2

2017

Venezia, Biennale di Venezia
Atene – Kassel, Documenta 14
Roma, Palazzo Montecitorio, Vo(L)to di donna