Mario Bionda

Nasce nel 1913 a Torino. Si forma nello studio dell’artista Felice Casorati dal 1927 al 1932, e nel 1930 a soli diciassette anni partecipa alla Biennale di Venezia. Nel primo dopoguerra conosce una fase neocubista prima di avvicinarsi allo stile informale negli anni cinquanta, prestando particolare attenzione agli aspetti materici delle sue composizioni. Nel 1939 Si trasferisce a Milano dove conosce Alfredo Chigine, con il quale condivide lo studio fino al 1960. Nel 1956 firma insieme a Costantino Guenzi e Ralph Rumney il “Manifesto Antiestetico”, in polemica contro gli eccessi dello Spazialismo fondato pochi anni prima da Lucio Fontana. Dal 1980 inizia la sua frequentazione con Enzo Pagani per il quale espone quasi continuativamente a Milano e a Legnano.

SELEZIONE ESPOSIZIONI PERSONALI E COLLETTIVE:

1929

Milano, Galleria Milano

1930

Venezia, Biennale di Venezia

1935

Roma, Quadriennale di Roma

1955

Roma, Quadriennale di Roma

1957

Lissone, Premio Lissone

1958

Venezia, Biennale di Venezia
Norimberga, Fraenkische Galerie der Stadt
Charleroi, Art du XXI Siècle
Pittsburgh, Pittsburgh International Exhibition of Contemporary Painting and Sculpture
Milano, Galleria Il Milione

1959

Roma, Quadriennale di Roma

1960

Milano, Galleria Pater

1961

San Paolo, Biennale di San Paolo

1965

Milano, Galleria del Milione

1966

Milano, Palazzo Reale, III Mostra di Arte Contemporanea

1967

Milano, Palazzo della Permanente, I Mostra di Arte Moderna e Trame Contemporanee

1971

Milano, Galleria del Veltro

1974

Milano, Castello Sforzesco

1976

Milano, Palazzo della Permanente, 500 pittori per la Innocenti

1978

Gallarate, X Premio nazionale arti visive

1981

Colonia, Theater am Dom