Alberto Garutti

Nasce a Galbiate in provincia di Lecco nel 1948. Artista esponente di rilievo dell’Arte Pubblica in Italia, è attualmente insegnante allo IUAV di Venezia e al Politecnico di Milano, dopo una lunga Cattedra di Pittura presso l’Accademia di Brera. L’artista realizza numerose opere permanenti in grado d’innescare relazioni e connessioni tra istituzioni pubbliche, private e il tessuto sociale della città.

SELEZIONE ESPOSIZIONI PERSONALI:

1975

Milano, Galleria Diagramma

1976

Brescia, Galleria Banco, Galleria Massimo Minini

1977

Roma, Galleria Ugo Ferranti

1978

Milano, Galleria Francoise Lambert
Colonia, Galerie Paul Maenz, a cura di Paul Maenz

1979

Roma, Galleria Ugo Ferranti, Nove Lavori per Nove Pareti Bianche

1980

Milano, Gallerua Francoise Lambert

1981

Brescia, Galleria Massimo Minini, Decorazione
Genova, Galleria Locus Solus

1982

Milano, Galleria Francoise Lambert

1983

Firenze, Galleria Zona

1984

Genova, Galleria Locus Solus
Brescia, Galleria Massimo Minini

1985

Milano, Studio Architettura di Emilio Cremonesi

1987

Milano, Padiglione Arte Contemporanea, Alberto Garutti, Interno con Natura mirta
Milano, Artra Studio
Udine, Galleria Plurima

1988

Parigi, Galerie Montenay
Bologna, Studio G7, Alberto Garutti, Paolo Icaro
Helsinki, Galleria Krista Mikkola

1989

Milano, Studio Guenzani
Colonia, Galerie Daniel Buchholz, con Stefano Arienti

1990

Venezia, XLIV Biennale di Venezia
Modena, Galleria Civica, Palazzina dei Giardini

1991

Brescia, Galleria Massimo Minini
Udine, Galleria Plurima

1992

Milano, Studio Giò Marconi
Verona, Galleria Studio La Città, Nothing new – Niente di nuovo, a cura di Anthony Iannacci

1993

Bologna, Hotel Palace, Territorio italiano, a cura di Giacinto Di Pietrantonio
Trieste, Galleria Juliet

1994

Bologna, Villa delle Rose Galleria d’Arte Moderna, La forma del quotidiano

1995

Udine, Galleria Plurima

1996

Barga, Fondazione Teseco per l’Arte
Roma, Galleria La Nuova Pesa, Alberto Garutti, a cura di Laura Cherubini
Mantova, Casa del Masaccio, Alberto Garutti, a cura di Rita Selvaggio

1997

Genova, Galleria Galliani

2000

San Giminiano, Palazzo Ciaramelli, Arte all’Arte 2000

2001

Peccioli, Teatro di Fabbrica, Arte a Peccioli

2002

Bolzano, Museion, Arte sul territorio – Kunst und territorium, a cura di Letizia Ragaglia
Kanazawa, 21th Century Museum of Contemporary Art di Kana-zawa, Artist-in-Residence

2004

Roma, Magazzino d’Arte Moderna, Altre voci, altre stanze, a cura di Cloe Piccoli
Bergamo, Galleria di Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo, Alberto Garutti, Dedicato ai bambini nati dal 2000 in poi
Siena, Museo di S. Maria della Scala, Tutti i passi che ho fatto nella mia vita mi hanno portato qui

2005

Torino, Fondazione Banna Spinola per l’Arte

2006

Milano, Fondazione Zappettini, L’immagine in/possibile, a cura di Francesco Tedeschi

2008

Milano, Galleria Studio Guenzani, Gabriele Basilico/Alberto Garutti
Brescia, Galleria Massimo Minini

2009

Biella, Fondazione Zegna, All’Aperto
Roma, MAXXI, Dialoghi con la città, a cura di Laura Cherubini

2010

Torino, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Alberto Garutti, a cura di Francesco Bonami

2012

Milano, Padiglione Arte Contemporanea, Alberto Garutti. Didascalia/caption, a cura di Hans Ulrich Obrist e Paola Nicolin

2013

Roma, Edicola Notte, Alberto Garutti

2014

Lugano, Buchmann Lugano, Senza Titolo
Agra, Buchmann Galerie, Early Works

2015

Berlino, Buchmann Galerie, Là, Ora

 

SELEZIONE ESPOSIZIONI COLLETTIVE:

1975

Milano, Rotonda della Besana, Fotomedia
Roma, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, X Esposizione Quadriennale d’Arte
Verona, Galleria d’Arte Moderna; Rimini, Musei Civici, Empirica

1977

Brescia, Galleria Banco, Otto opere di pittura contemporanea

1978

Gent, Cultureel Informatief Centrum, Sei artisti, Francoise Lambert

1981

Roma, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Arte e Critica

1982

Bologna, Galleria d’Arte Moderna, Registrazione di frequenze
Ardesio, Centro d’Arte Contemporanea, Angelico Geometrico

1983

Colonia, Kunstverein, Collezione Rolf Krauss 1960 – 1980
Minneapolis, Eden Prairie, Gelco Collection

1984

Milano, Palazzo Reale, Civico Museo di Arte Contemporanea, Cantiere Materiale degli anni Settanta

1985

Milano, Padiglione Arte Contemporanea, Nuovi Argomenti

1986

Treviglio, Museo Civico, Una pinacoteca futura
Madrid, Fondazione Dragan, Las geometrias de lirismo
Roma, Galleria Nazionale Arte Moderna, XI Esposizione Quadriennale d’Arte
Trento, Palazzo delle Arbere, Dopo il concettuale, a cura di Luciano Caramel
Francoforte, Schirn Kunsthalle, Prospect ‘86

1987

Francoforte, Frankfurt Kunstverein, Italianische Zeichnungen 1945 – 1987
Modena, Galleria Civica Modena, Disegno italiano del dopoguerra

1988

Venezia, Fondazione Bevilacqua La Masa, Pittori & Pittori

1989

Termoli, Premio Termoli
Verona, Studio la Città 2, Sculpttura

1990

Palermo, Biblioteca Centrale, Totalnova
Bruxelles, Centre A. Barchette, Entretien Quatre Generation d’Artiste Italiens

1991

Piacenza, Piacentia Arte, Ordine come
Budapest, Istituto Italiano di Cultura – Galleria d’Arte Mucsarnok, Intersezioni: Arte italuana degli anni 70/80
Osaka, Kodama Gallery, Now in Italy: Post Trasavanguardia

1992

San Marino, Galleria d’Arte Moderna, Italia/America. L’astrazione ridefinita
Caracas, Museo de Arte Contemporaneo Sofia Im-ber, Cadencias/Cadenza
Istanbul, Eczacibasi Art Museum, International Biennal
Toyama, The Museum of Modern Art; Marugame, Marugame Genichiro Inokuma Museum of Contemporary Art, Creazione: Milano

1993

Milano, Palazzo delle Esposizioni Permanente, XXXIII Biennale di Milano

1994

Perugia, Flash Art Museum Trevi, Trevi Flash Art Museum
Milano, Galleria Massimo De Carlo, Naked City

1995

Milano, Palazzo delle Stelline, Anni Novanta a Milano

1996

Milano, Care Of, Auto da fè/sta
San Gimignano, Galleria Continua, Il punto

1997

Salò, Civica raccolta del disegno, Disegni
Bari, Stadio della Vittoria, Odisseo Stadio della Vittoria

1998

Milano, Padiglione Arte Contemporanea, Due o tre cose che so di loro…
Roma, Palazzo Borromeo, Lo spazio ridefinito
Prato, Museo Pecci, Au rendez-vousdes amis, identità e opera
Varese, Museo d’Arte Moderna e Contemporanea, Le arti della fotografia
Bologna, Galleria d’Arte Moderna, Arte italiana, gli ultimi quarant’anni, pittura aniconica, a cura di Danilo Eccher

1999

Gent, S.M.A.K., Serendipiteit, a cura di Giacinto di Pietrantonio
Roma, Magazzino d’Arte Moderna, Perché/?, a cura di Giacinto di Pietrantonio e Jan Hoet

2000

Auckland, Auckland Museum, 366/2000, Millennium exhibition
L’Avana, Biennale di Cuba

2001

Bergamo, Palazzo della Ragione, Una mostra bellissima, a cura di Giacinto di Pietrantonio
Istanbul, VII Biennale di Isanbul

2003

Venezia, L Biennale di Venezia
Biella, Fondazione Pistoletto Cittadellarte, Arte Pubblica in Italia, lo spazio delle relazioni
Venezia, Fondazione Bevilacqua La Masa, Salon des refuses, a cura di Roberto Pinto

2004

Padula, Certosa di San Lorenzo, Le opere e i giorni, a cura di Achille Bonito Oliva
Milano, Padiglione Arte Contemporanea, Spazi atti fitting Spaces

2005

Udine, Villa Manin Centro d’Arte Contemporanea, Luna Park. Arte Fantastica, a cura di Francesco Bonami e Sarah Cosulich Canarutto
Roma, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, XIV Esposizione Quadriennale d’Arte
Saint-Etienne, Musée d’Art Moderne de Saint-Etienne, Domicile, a cura di Cloe Piccoli

2006

Milano, Palazzo Reale, Camera con vista. Arte e interni in Italia 1990-2000

2008

Venezia, Palazzo Grassi, Italics: Arte italiana fra tradizione e rivoluzione 1968 – 2008, a cura di Francesco Bonami

2009

Chicago, Museum of Contemporary Art Chicago, Italics: Arte italiana fra tradizione e rivoluzione, 1968 – 2008

2010

Venezia, XII Biennale di Architettura

2011

Mosca, State Museum of Modern Art of the Russian Academy of Arts, Impossible Community
Milano, Hangar Bicocca, Terre Vulnerabili – a Growing Exhibition, a cura di Chiara Bertola e Andrea Lissoni
Losanna, Museum of Design and Contemporary Applied Arts, Contemporary Ceramics

2012

Londra, Serpentine Gallery, Memory Marathon, a cura di Hans Ulrich Obrist
Roma, Auditorium Parco della Musica, Forte piano: le forme del suono, a cura di Achille Bonito Oliva
Milano, Palazzo Reale, Addio Anni 70. Arte a Milano 1969 – 1980

2013

Milano, Triennale di Milano, Quarant’anni d’arte contemporanea, Massimo Minini 1973 – 2013

2014

Gent, Design Museum Gent, Lightopia
Bolzano, Museion, Soleil Politique
Rovereto, Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto, Scenari di Terra
Venezia, XIV Biennale di Architettura

2015

Milano, Triennale di Milano, Ennesima, Una mostra di sette mostre sull’arte italiana, a cura di Vincenzo de Bellis
Milano, Palazzo Cusani, I’ll Be There Forever

2016

Gent, S.M.A.K., Incontri con Mario Merz
Milano, Galleria Massimo de Carlo, The Pagad