Ennio Chiggio

Nasce a Napoli nel 1938. Compie studi tecnici e poi artistici a Venezia dove frequenta con discontinuità l’Accademia e la Facoltà di Architettura. Nel 1957 inizia a dipingere e l’anno successivo entra in contatto con un gruppo di giovani artisti padovani che frequentano lo studio del Prof. Travaglia; nel 1959 viene fondato il Gruppo N e l’artista ne entra a fare parte. Nel 1964 Chiggio fonda con T. Rampazzi il Gruppo NPS (Nuove Proposte Sonore) per la produzione di oggetti sonori. L’artista collabora attivamente anche alla definizione della figura professionale del designer presso l’Associazione Disegno Industriale di Milano facendo parte nel 1973 del consiglio direttivo e rappresentando il design italiano al Convegno Internazionale ICSID di Kyoto con Enzo Mari.
Dal 1975 al 1991 svolge la direzione artistica per imprese italiane ed estere, e parallelamente svolge attività teorica come docente a Venezia, Firenze e Padova.

SELEZIONE ESPOSIZIONI PERSONALI E COLLETTIVE:

1960

Padova, Studio Enne, Il Gruppo Enne espone a porte chiuse

1961

Padova, Studio Enne, Il Gruppo Enne è contro il culto della personalità e contro il mito della creazione artistica
Zagabria, Nove Tendencije
Parigi, Galerie Denise René, Des pionniers constructivism…à nos jours

1962

Milano, Negozio Olivetti (itinerante), Arte Programmata
Trieste, Galleria La Cavana, Arte Programmata

1963

Milano, Galleria Cadario, Oltre la pittura oltre la scultura
San Marino, Biennale d’arte di San Marino, Oltre l’Informale, a cura di G.C. Argan
Zagabria, Nove Tendencije 2
Ulm, Studio F, Gruppo N
Parigi, III Biennale di Parigi

1964

Venezia, XXXII Biennale di Venezia
Genova, Galleria La Polena, Proposte strutturali plastiche e sonore, a cura di G. Celant, U. Apollonio
Londra, Royal College of Arts, Arte Programmata 1
New York, Loeb Student Center, Arte Programmata 2
Parigi, Galerie Denise René, Mouvement 2

1966

Milano, Galleria Milano, Nuove ricerche visive in Italia
Padova, Galleria Adelphi, Ennio Chiggio

1967

Modena, Galleria della Sala di Cultura del Comune di Mondena, Nuova Tendenza, Arte Programmata italiana
Bergamo, Studio 2B, Collettiva d’Arte visuale
San Marino, VI Biennale d’Arte, Nuove tecniche d’immagine
Lodz, Museum Sztuki, Gruppo Enne
Lodz, Museum Sztuki, Gruppo NPS (Nuove Proposte Sonore)

1968

Grenoble, Theatre mobile de la Maison de la Culture, Cinetisme, spectacle, enviornment
Venezia, Galleria Paolo Barozzi, Chiggio
Genova, Galleria La Polena, Chiggio

1970

Prato, Palazzo Pretorio, Due decenni di eventi artistici in Italia
Roma, Palazzo delle Esposizioni, Vitalità del negativo nell’arte italiana 1960-70, a cura di A. Bonito Oliva

1971

Belgrado, Muzej Suvremene Umetnosti, Suvremena Italijanska Umetnost

1974

Padova, Galleria Adelphi, Gruppo Enne 74
Tokyo, Istituto Italiano di Cultura (itinerante), 50 anni di grafica italiana

1978

Bologna, Galleria Arte Moderna, L’altro occhio di Polifemo

1979

Innsbruck, Galerie Anna Saule, Gruppe N

1983

Milano, Palazzo Reale, Arte Programmata e Cinetica 1953-1963. L’ultima avanguardia

1984

Milano, Padiglione Arte Contemporanea, Azimuth & Azimut, a cura di M. Meneguzzo

1995

Venezia, Palazzo Ducale, Venezia e la Biennale. I percorsi del gusto

1996

Bolzano, Museion, Enne & Zero, motus etc
Milano, Galleria Fumagalli, Arte Cinetica – Arte Programmata 1962
Roma, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Opere cinevisuali
Bolzano, Museo d’Arte Moderna (itinerante), N & O, Motus, etc

2000

Parma, Galleria Niccoli, Arte Programmata e Cinetica in Italia 1958-1968, a cura di M. Meneguzzo
Galliate, Castello Visconteo-Sforzesco, Arte Programmata 1962

2001

Ulm, Ulmer Museum (itinerante), Luce, movimento e programmazione Kinetische aus Italien 1958-1968

2003

Padova, Palazzo della Ragione, La grande svolta anni ’60

2004

Siena, Palazzo delle Papesse, Zero 1958-1968. Tra Germania e Italia

2005

Strasburgo, Musée d’Art Moderne et Contemporain, L’oeil moteur – art optique et cinétique 1950-1975
Rovereto, museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto, Un secolo di arte italiana. Lo sguardo del collezionista. Opere dalla Fondazione VAF

2006

Ingolstadt, Museum fur Konkrete Kunst, Die Neuen Tendenzen, Eine Europaische Kunstlerberwegung

2007

Francoforte, Schirn Kunsthalle, Op Art

2009

Brescia, Galleria d’Arte Afra Canali, Leggere dagli anni sessanta: da Milano al Gruppo N di Padova
Vicenza, Valmore Studio d’Arte, Gruppo N. Ricerca, invenzione, progetto

2011

Padova, Galleria Daniele, Confronti visivi
Firenze, Galleria Santo Ficara, Ennio L.Chiggio. Alternanze dinamiche

2012

Berlino, Galleria Komart, Seitenblicke
Roma, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Arte Cinetica e Programmata

2013

Buenos Aires, MACBA, Percezione – Arte Programmata y Cinética

2014

Milano, 10 A.M.ART, Le Nuove Tendenze. Rivelazioni di un’Arte Percettiva e sensoriale, Costruttiva e Interattiva
Milano, 10 A.M.ART, Alternanze instabili 1959-2014
Brescia, Kanalidarte, Italian Zero/Cross Reference
Lima, Museo di Arte Contemporanea di Lima, Occhio Mobile: lenugajes del arte cinético italiano anos 50-70

2016

Firenze, Galleria Santo Ficara, Oscillazioni Percettive – Ennio L. Chiggio / E. Landi

2017

Milano, Four Partners, Galleria Valmore studio d’arte, Dinamica Economica: viaggio nell’arte ottico cinetica