Marina Apollonio

Nasce a Trieste nel 1940. Frequenta l’Accademia di Belle Arti di Venezia seguendo i corsi di Giuseppe Santomaso. Terminati gli studi si dedica alla progettazione di industrial graphic design e a soluzioni di architettura per interni e a partire dal 1962 inizia le sue ricerche sulla percezione e comunicazione visiva. Orbita attorno ai principali movimenti dell’arte Ottico-Cinetica, di cui ne condivide gli intenti e la scelta dei materiali. Nel 1965 partecipa a Nova Tendencija presso la Galleria Suvremene Umjetnosti di Zagabria.


SELEZIONE ESPOSIZIONI PERSONALI:

1966

Trieste, Centro Arte Viva Feltrinelli
Palermo, Centro d’Arte il Chiodo
Padova, Galleria 1+1

1967

Milano, Galleria Il Cenobio
Bergamo, Studio 2B

1968

Brescia, Galleria Sincron
Venezia, Galleria Barozzi

1969

Torino, Studio di Informazione Estetica

1970

Nyon, Galerie Historial
Rapperswill, Galerie 58

1971

Padova, Galleria La Chiocciola

1972

Bergamo, Galleria dei Mille
Abano, Imeges 70
Pesaro, Il Segnapassi

1973

Graz, Neue Galerie am Landes Museum Joaennum

1974

Vigevano, Galleria Il Nome

1975

Bari, Galleria Temi
Bergamo, Galleria Method

1979

Milano, Arte Struktura

1981

Venezia, Centro ricerche artistiche Verifica 8+1

2011

Padova, Fioretto Arte

2015

Milano, 10 A.M. ART

 

SELEZIONE ESPOSIZIONI COLLETTIVE:

1964

Palermo, Centro d’Arte Il Chiodo, Il Chiodo d’Oro

1965

Zagabria, Galerija Suvremene, Nuova Tendencija 3

1966

Milano, Premio San Fedele

1967

Milano, Galleria del Cenobio, La Nuova Tendenza
Torino, Premio Sperimentale di Arte Contemporanea

1968

Bergamo, Studio 2B, Arte internazionale contemporanea
Amburgo, Kunsthaus, Public Eye

1969

Zagabria, Nuova Tendencija 4
Caracas, Ateneo de Caracas, El arte cinético y sus orìgenes
Napoli, Palazzo Reale, Grafica italiana d’oggi

1970

Chicago, Screen Print 70

1971

Brescia, Galleria Sincron, Grafica internazionale 1971

1972

Venezia, Galleria del Cavallino, Faitres votre jeu
Milano, Galleria Vismara

1973

Zagabria, Galerija Studentskog, Xerox
Stoccolma, Italienska Kulturinstitutet, Grafiska Italieniska
Padova, Galleria la Chiocciola, Tendenze attuali

1974

Vienna, Museum des 20, Beispiel Eisenstadt

1976

Firenze, Palazzo Strozzi, Grafica delle Arti Sperimentali

1979

Milano, Arte Struktura, 10 protagonisti della plasticità inoggettiva

1983

Foggia, Civica Galleria d’Arte Contemporanea, Morbide & Trame
Desenzano del Garda, Galleria Civica, Costruttivismo, Concretismo, Cinevisualismo

1985

Rivoli, Castello di Rivoli, Il Museo sperimentale di Torino – Arte italiana degli anni sessanta nelle collezioni della Galleria Civica d’Arte Moderna

1989

Ferrara, Palazzo dei Diamanti, Black and White

1990

Genova, Galleria La Polena, 51 ideatori inoggettivi della visualità strutturata

1994

Lubiana, Cankarjev dom, Crno in Belo (Bianco e Nero)

1997

San Remo, Villa Ormond, Costruttivismo, Concretismo, Cinevisualismo + Nuova Realtà Internazionale

1998

Revere, Palazzo Ducale, Nuova visualità internazionale

2003

Mantova, Casa del Mantegna, Il mito della velocità. L’arte del Movimento. Dal futurismo alla video-arte

2005

Strasburgo, Musèe d’Art Moderne et Contemporain, L’Oeil Moteur: Art Optique et cinétique, 1950-1975

2006

Ingolstadt, Museum fur konkrete Kunst, Die Neuen Tendenzen
Milano, Spazio Boccioni, Arte Cinetica

2007

Francoforte, Schirn Kunsthalle, Op Art
Columbus, Columbus Museum of Arts, Optic Nerve. Perceptual Art of the 1960s
Graz, Neue Galerie, Bit International [Nove] Tendencije – Computer und visuelle Forschung. Zagreb 1961-1973

 2008

Graz, Neue Galerie Graz am Landesmuseum, Viaggio in Italia – Arte italiana 1960 al 1990

2012

Roma, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Arte Programmata e Cinetica, Da Munari a Biasi a Colombo e…
New York, New Museum, Ghosts in The Machine

2013

Parigi, Grand Palais, Dynamo, un siècle de lumière et de mouvement das l’art 1913-2013
Buenos Aires, Museo MACBA, Percezione e illusione, Arte Programmata e Cinetica in Italiana
Udine, Galleria Nuovo Spazio, Visioni, Arte Programmata e Cinetica

2014

Milano, 10 A.M.ART, Le Nuove Tendenze. Rivelazioni di un’arte Percettiva e Sensoriale, Costruttiva e Interattiva
Yamanashi, Yamanashi Prefectural Museum of Art, Kinetic Art
Brescia, Museo di Santa Giulia, Arte Cinetica
Roma, MACRO, Global exchange: Astrazion Geometrica dal 1950
Tokyo, Sompo Japan Museum of Art, Arte cinetica e Programmata in Italia 1958-1968
Santiago del Cile, Centro de Arte Contemporaneo Las Condes, Occhio Mobile. Linguaggi dell’Arte Cinetica italiana anni 50-70
Lima , MAC, Occhio Mobile. Linguaggi dell’Arte Cinetica Italiana anni 50-70

2016

New York, El Museo del Barrio, The Illusive Eye
Humlebaek, Luisiana Museum of Modern Art, Eye Attack – Op Art and Kinetic Art 1950-1970

2017

Schiedam, Stedelijk Museum, Eye Attack – Op Art en Kineticische Kunst
Venezia, Fondazione Bevilacqua La Masa, Alberto Biasi, Sara Campesan, Bruno Munari e gli altri amici di Verifica 8+1