Alighiero Boetti

Artista concettuale e versatile, nasce a Torino nel 1940; si approccia all’arte da autodidatta, dopo aver abbandonato gli studi alla Facoltà di Economia e Commercio. Nel 1962 si trasferisce per un periodo a Parigi prima di tornare a Torino, dove realizza la sua prima mostra personale nel 1967 alla Galleria Christian Stein. Nello stesso anno Boetti espone in tutte le collettive che segnano la nascita del movimento dell’arte povera teorizzato da Germano Celant. Del 1971 è il primo dei molti viaggi in Afghanistan, dove inizia la collaborazione con le maestranze locali specializzate nel ricamo nella realizzazione dei suoi celebri arazzi; a Kabul l’artista fonda lo One Hotel, che chiuderà qualche anno dopo. Trascorre parte della sua vita a Roma, dove inizia la produzione delle opere a penna biro, la cui esecuzione viene delegata a terzi.


SELEZIONE ESPOSIZIONI PERSONALI:

1967

Torino, Christian Stein, Alighiero Boetti
Genova, Galleria La Bertesca, Alighiero Boetti

1968

Torino, Christian Stein, Alighiero Boetti
Milano, Galleria De Nieubourg, Alighiero Boetti. Shaman Showman

1969

Torino, Galleria Sperone, Alighiero Boetti. Una vetrata – io prendo il sole a Torino il 24-2-1969 – ritratto di Walter de Maria

1970

Milano, Galleria Toselli, Alighiero Boetti, Manifesto 1967
Brescia, Galleria Acme
Monaco, Galerie Heiner Friedrich

1971

Dusseldorf, Konrad Fischer, Alighiero Boetti “16 drawings”

1972

Bruxelles, Galerie MTL, Alighiero e Boetti
Torino, Galleria Multipli, Alighiero Boetti

1973

Bari, Galleria Marilena Bonomo, Alighiero Boetti. Il progressivo svanire della consuetudine
New York, The John Weber Gallery, Alighiero Boetti
Roma, Sperone Gian Enzo & Fischer Konrad, Alighiero Boetti, Mettere al mondo il mondo
Milano, Galleria Toselli, Alighieroeboetti

1974

Luzern, Kunstmuseum Luzern, Alighiero e Boetti, a cura di Jean-Christophe Ammann
Torino, Galleria Sperone, Alighiero Boetti. Il progressivo svanire della consuetudine

1975

New York, John Weber Gallery, Alighiero e Boetti
Roma, Gian Enzo Sperone, Alighiero Boetti. Per una storia naturale della moltiplicazione

1976

Milano, Studio Marconi, Insicuro Noncurante
Brescia, Galleria Banco, Quadrare diagonando. Alighiero e Boetti

1977

Milano, Galleria dell’Ariete, Alighieroeboetti
Ginevra, Centre d’Art Contemporain, Alighiero e Boetti

1978

Basel, Kunsthalle Basel, Alighiero Boetti a cura di Jean-Christophe
Torino, Christian Stein, Alighiero e Boetti

1979

Gavirate, Chiostro di Voltorre, Alighiero e Boetti. LA festa dell’immaginario visivo a cura di Tommaso Trini
Firenze, La Piramide, Alighiero Boetti
Mantova, Il Chiodo Arte Contemporanea, Alighiero e Boetti

1980

New York, Salvatore Ala, Alighiero e Boetti
Brescia, Galleria Banco/Massimo Minini, Alighiero e Boetti. La natura, una faccenda ottusa

1981

Imola, Galleria d’Arte l’Incontro, Alighiero Boetti

1983

Torino, Giorgio Persano, Alighiero e Boetti. I sei sensi
Torino, Franz Paludetto/LP 220, Alighiero e Boetti. I mille fiumi più lunghi del mondo

1985

Verona, Studio La Città, Alighiero e Boetti
Genova, Galleria Chisel, Alighiero & Boetti. Ammazzare il tempo

1986

Villeurbanne, Le Nouveau Musée, Alighiero e Boetti. Insicuro Noncurante.
Zurigo, Galerie Susan Wyss, Alighiero e Boetti. Esercizi 1986
Amsterdam, Michael Klein Inc., Alighiero Boetti. “September 1986” a cura di Valentina Bonomo
Milano, Christian Stein, Alighiero e Boetti
New York, John Weber Gallery, Alighiero e Boetti

1988

Milano, Massimo de Carlo Arte Contemporanea, Alighiero e Boetti. Opere 1968-1981
Brescia, Galleria La Nuova Città, Alighiero & Boetti. Opere dal 1974 al 1987
Zurigo, Galerie Susan Wyss, Alighiero e Boetti
Vienna, Galerie H.S. Steinek, Alighiero Boetti “Arbeiten auf Papier”
Roma, Monti Associazione Culturale, Alighiero e Boetti. Piopermariemonti

1989

Bruxelles, Galerie Lucien Bilinelli, Alighiero e Boetti
Londra, Edward Totah Gallery, Alighiero e Boetti
Milano, Galleria Toselli, Alighiero e Boetti. Cieli ad alta quota
Vienna, Galerie H.S. Steinken, Alighiero Boetti. “Arazzi”
Napoli, Galleria Lucio Amelio, Alighiero e Boetti

1990

Parigi, Galerie Hadrien Thomas, Alighiero e Boetti
Roma, Monti Associazione Culturale, Alighiero e Boetti
Ginevra, Galerie Eric Franck Genève, Alighiero e Boetti. “Cent Broderies”
New York, Salvatore Ala, Alighiero e Boetti

1991

New York, John Weber Gallery, Alighiero e Boetti
Bari, Galleria Marilena Bonomo, Alighiero e Boetti

1992

Roma, Galleria Giulia, Alighiero e Boetti. Opere dal 1967 al 1991
Colonia, Cordula Von Keller Contemporary Art, Alighiero e Boetti. Private Works

1993

Grenoble, Centre National d’Art Contemporain de Grenoble, Alighiero e Boetti. De bouche à oreille. En alternant de 1 a 100 et vice versa, a cura di Adelina von Fustenberg

1994

Los Angeles, The Museum of Contemporary Art, Alighiero Boetti’s “alternating 1 to 100 and vice versa
Lugano, Studio d’Arte Contemporanea Dabbeni, Alighiero e Boetti. “Extra strong”

1995

New York, Sperone Westwater, Alighiero Boetti
Milano, Galleria Cardi e Galleria Sperone Editori, Alighiero Boetti. “Frammenti di un fregio”

1996
Roma, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Primavera 1996, a cura di Mariastella Margozzi
Torino, Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Alighiero Boetti 1965-1994
Milano, Galleria Massimo de Carlo, Alighiero e Boetti
Parigi, Krief Galerie d’Art Contemporain, Alighiero e Boetti
New York, Holly Solomon Gallery, Alighiero e Boetti
Roma, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Alighiero Boetti. L’ultima opera, a cura di Mariastella Margozzi, Anna Mattirolo, Massimo Minini, Sandra Pinto

1997

Parigi, Liliane & Michel Durand-Dessert, Alighiero e Boetti. onze œuvres de 1965 à 1990, a cura di Annemarie Sauzeau
Trento, Galleria d’Arte il Cenacolo, Alighiero e Boetti 

1998

Francoforte, Museum fur Moderne Kunst, Alighiero Boetti. Mettere al mondo il mondo, a cura di Rolf Lauter

1999

Milano, Galleria Seno, Alighiero Boetti
Monaco, Galerie Karl Pfetterle, Alighiero e Boetti
Londra, Whitechapel Art Gallery, Alighiero e Boetti, a cura di Judith Nesbitt e Antonella Soldaini
New York, Esso Gallery, Alighiero e Boetti: Masterworks on Paper 1967-1984

2000

New York, Barbara Gladstone Gallery, Alighiero Boetti. Works on paper, 1967-1989
Milano, Galleria 1000 eventi, Da Alighiero Boetti ad Alighiero e Boetti

2001

New York, Gagosian Gallery,Alighiero e Boetti
Venezia, XLIX Biennale di Venezia, Alighiero Boetti. Niente da vedere niente da nascondere, a cura di Anna Mattirolo, Antonella Soldaini, Diletta Borromeo, Massimo Mininni

2002

Chicago, The Arts Club of Chicago, Alighiero e Boetti
Houston, Contemporary Arts Museum, When 1 is 2: the art of Alighiero e Boetti, a cura di Paola Morsiani

2003

Dijon, Frac Bourgogne, Alighiero e Boetti. Ordre et désordre du monde ouvres 1967-1990, a cura di Annemarie Sauzeau

2004

New York, Barbara Gladstone Gallery, Alighiero e Boetti
Chiari, Galleria d’Arte L’Incontro, Alighiero Boetti – Attirare l’attenzione
Bergamo, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, Alighiero Boetti. Quasi tutto, a cura di Giacinto Di Pietrantonio e Corrado Levi
Roma, Galleria nazionale d’arte moderna, AlighieroBoetti. Tuttolibro
Rovereto, Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto, AlighieroBoetti. Tuttolibro, a cura di Giorgio Maffei e Maura Picciau

2005

Cosenza, Palazzo Arnone, Alighieroeboetti, a cura di Bruno Corà

2006

Milano, Studio Giangaleazzo Visconti, Alighiero e Boetti

2008

Waldenbuch, Museum Ritter, Alighiero Boetti – Order and Disorder, a cura di Barbara Willert

2009

Napoli, Museo d’Arte Contemporanea Donnaregina, Alighiero & Boetti. Mettere all’arte il mondo 1993-1962, a cura di Achille Bonito Oliva

2011

Torino, Fondazione Spinola Banna per l’Arte, Alighiero Boetti - Boetti and the East
Madrid, Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia, Alighiero Boetti. Estrategia de juego

2012

Londra, Tate Modern, Alighiero Boetti: Game Plan

2013

Roma, Museo delle Arti del XXI secolo, Alighiero Boetti a Roma
New York, Dia Art Foundation, Alighiero e Boetti

2014

Milano, Galleria Christian Stein, Alighiero e Boetti – Tra sé e sé abbracciare il mondo, a cura di Francesca Franco e Sergio Risaliti

2015

Firenze, Palazzo Vecchio, Alighier Boetti – Mappe
Londra, Mazzoleni Art Limited, Alighiero Boetti: order and disorder

2017

Parigi, Galerie Tornabuoni Art, Alighiero Boetti

 

SELEZIONE ESPOSIZIONI COLLETTIVE:

1967

Genova, Galleria La Bertesca, Arte povera – IM spazio, a cura di Germano Celant
Torino, Galleria Christian Stein, Galleria Sperone, Galleria il Punto, Con temp l’azione, a cura di Daniela Palazzoli

1968

Roma, Galleria La Tartaruga, Teatro delle Mostre, a cura di Maurizio Calvesi
Amalfi, Antichi Arsenali della Repubblica, Arte povera più azioni povere, a cura di Germano Celant e Marcello Rumma

1969

Berna, Kunsthalle, Live in your head. When Attitudes Become Form, a cura di Harald Szeemann.

1970

Luzern, Kunstmuseum Luzern, Processi di pensiero visualizzati. Junge italienische Avantgarde, a cura di Jean-Christophe Ammann
Torino, Galleria Civica di Arte Moderna, Conceptual art arte povera land art, a cura di Germano Celant
Roma, Palazzo delle Esposizioni, Vitalità del negativo nell’arte italiana 1960-1970, a cura di Achille Bonito Oliva

1971

Roma, Centro d’Informazione Alternativa. Incontri Internazionali d’Arte, Informazioni sulla presenza italiana, a cura di Achille Bonito Oliva

1972

Kassel, Documenta 5

1973

Roma, Palazzo delle Esposizioni, X Quadriennale Nazionale d’Arte. La ricerca estetica dal 1960 al 1970

1974

New York, Museum of Modern Art, Eight Contemporary Artists, a cura di Jennifer Licht

1975

San Paolo, XIII Bienal de São Paulo

1976

Milano, Studio Marconi, 1966/76. Dieci anni in Italia. Ten years in Italy

1977

Torino, Galleria Civica d’Arte Moderna, Dall’opera al coinvolgimento l’opera: simboli e immagini la linea analitica

1978

Venezia, XXXVIII Biennale di Venezia

1980

Venezia, XXXIX Biennale di Venezia

1981

Roma, Palazzo delle Esposizioni, Linee della ricerca artistica in Italia 1960/1980
Parigi, Centre Georges Pompidou, Musèe National d’Art Moderne, L’arten Italie despuis 1959, A cura di Germano Celant

1982

Roma, Mura Aureliane, Avanguardia Transavanguardia, a cura di Achille Bonito Oliva
Kassel, Documenta 7
Londra, Institute of Contemporary Art, Arte italiana 1960-1982

1984

Torino, Mole Antonelliana, Coerenza in coerenza dell’arte povera al 1984, a cura di Germano Celant e Ida Giannelli

1985

New York, P.S.1., The Knot. Arte Povera at P.S.1., a cura di Germano Celant

1987

Torino, Galleria In Arco, Giacomo Balla Alighiero Boetti

1989

Milano, Padiglione d’Arte Contemporanea, Verso l’arte povera. Momenti e aspetti degli anni sessanta in Italia
Parigi, Musée National d’Art Moderne Centre Georges Pompidou, La Grand Halle-La Villette, Magiciens de la terre

1990

Venezia, XLIV Biennale di Venezia, a cura di Marie George Gervasoni

1992

Osaka, Kodama Gallery, Arte Povera, a cura di Luigi Meneghelli

1993

Rivoli, Castello di Rivoli, Un’avventura internazionale Torino e le arti 1950-1970, a cura di Ida Giannelli
Venezia, XLV Biennale di Venezia

1995

Roma, Palazzo delle Esposizioni, Roma in mostra, 1970 – 1979. Materiali per la documentazione di mostre, azioni, performance, dibattiti

1996

New York, Whitney Museum of American Art, Views from Abroad. European Perspectives on American Art 2, a cura di Jean-Christophe Ammann e Adam D.Weinberg
Parigi, Centre Georges Pompidou-Musée National d’Art Moderne, L’artist modern devant l’événement historique

1999

New York, Queens Museum of Art, Global Conceptualism: Points of Origin, 1950s-1980s

2000

Parigi, Centre Georges Pompidou-Musée National d’Art Moderne, Le temps, vite!

2001

Londra, Tate Modern, Zero to infinity: Arte Povera 1962-1972, a cura di Richard Flood
Venezia, XLIX Biennale di Venezia, a cura di Harald Szeemann

2002

Sidney, Museum of Contemporary Art, Arte Povera. Art from Italy 1967-2002, a cura di Judith Blackall, Ben Curnow, Carolyn Christov Bakargiev

2007

Milano, Palazzo della Triennale, Annisettanta. Il decennio lungo del secolo breve
Milano, Palazzo Reale, Arte Italiana 1968 – 2007 Pittura

2009

Venezia, Palazzo Fortuny, In-finitum
Venezia, Palazzo Grassi, Italics. Arte italiana fra tradizione e rivoluzione 1968 – 2008

2010

Milano, Fondazione Stelline, Elogio della semplicità. Un carattere dell’arte contemporanea
Bolzano, Museion, Che cosa sono le nuvole? Opere della collezione Enea Righi

2011

Roma, Museo delle Arti del XXI Secolo, Spazio
Venezia, Palazzo Grassi, Il Mondo vi appartiene, a cura di Caroline Bourgeois

2012

Napoli, Museo d’Arte Donna Regina, Arte Povera più azioni Povere 1968
Rivoli, Castello di Rivoli, Museo d’Arte Contemporanea, Arte Povera International, a cura di Germano Celant e Marisa Merz
Kassel, Documenta 13
New York, Museum of Modern Art di New York, Print/Out

2013

Roma, Palazzo delle Esposizioni, Anni ’70. Arte a Roma
Venezia, Fondazione Prada, When Attitudes Become Form: Bern 1969 / Venezia 2013
Venezia, Punta della Dogana, Francois Pinault Foundation, Prima Materia

2014

New York, Queens Museum of Art, Bringing the World into the World

2015

Milano, La Triennale di Milano, Ennesima – An Exhibition of seven exhibitions of Italian Art
Torino, Galleria Mazzoleni Arte Moderna, Rooms for Dialogues
Parigi, Musée du Louvre, Brief History of The Future

2016

Milano, FM Centro per l’Arte Contemporanea, L’inarchiviabile/The Unarchivable
Milano, Palazzo Reale, Breve Storia del futuro